Lo skin to skin favorisce l’allattamento esclusivo al seno

Immagine dal web

OMS: il contatto precoce pelle a pelle tra madre e neonato subito dopo la nascita incoraggia l’attacco precoce, ecco il perchè.

Si è vero, ho proprio la fissa per lo skin to skin 😀

Il bonding come medaglia d’oro alla fatica e promessa per l’attacco precoce al seno.

E chi lo dice? Sempre l’OMS, nostro compagno di evidenze ormai 😉

Ricordate i benefici e le evidenze a sostegno riassunte nel post Skin to skin: tutti i benefici in un contatto?

Bene, come dicevo, aggiungete a questi pure lallattamento al seno esclusivo.

E adesso vi spiego il perchè, semplicemente.

Perchè lo skin to skin favorisce l’allattamento esclusivo al seno?

Skin to skin e allattamento
Immagine dal web

Ogni neonato quando viene adagiato sull’addome della mamma, subito dopo la nascita, è capace di trovare il seno materno istintivamente.

Questo fenomeno è conosciuto come breast crawling ed è raccomandato da UNICEF, OMS E WABA.

Favorendo il breast crawling del neonato grazie allo skin to skin si assicura un attaccamento precoce al seno (che può prevenire il 22% delle morti
di bambini di età inferiore ad un mese nei paesi in via di sviluppo, pensate un po’).

E non solo!

A questo si aggiunge pure uno studio che dimostra come il contatto pelle a pelle incrementi il tasso di allattamento esclusivo al seno a 6 mesi dal parto (Amit Sharma, 2016).

Tutte le linee guida internazionali ( OMS ,RCOG , NICE ) supportano questa pratica per l’avvio e il sostegno della nutrizione naturale materna alla nascita.

Niente vieta quindi di continuare a tenere abbracciato a sè il bambino una volta a casa.

Sapeste che benefici!

Quali dite? Continua a leggere.

Benefici dello skin to skin

Skin to skin con mamma
Monet photo

Secondo numerosi studi nel neonato sappiamo ormai che favorisce:

  • l’attacco precoce e allattamento esclusivo al seno a 6 mesi
  • la regolazione della sua temperatura corporea
  • il controllo della frequenza cardiaca e respiro
  • lo sviluppo neurologico
  • calma e riduzione dello stress post nascita
  • la stabilizzazione dei livelli di glucosio nel sangue

Si, anche questo.

Il contatto pelle a pelle tra la madre e il neonato aumenta i livelli di glucosio nel sangue a 2 ore dalla nascita (Takahashi et All, 2018).

Ne ho discusso proprio in un post qui sul Blog che in tanti avete apprezzato e condiviso. Non l’hai ancora letto? E’ tempo di recuperare! 🙂

E poi, vogliamo parlare dello skin to skin con il papà?

Skin to skin con papà
Immagine dal web

Ehhh. Molti di voi avranno già letto l’articolo in merito e sanno già che il contatto pelle a pelle subito dopo il parto modifica i livelli di cortisolo e testosterone influenzandone la paternità.

Che altro aggiungere? 😉

Concludendo


Skin to skin con mamma
Immagine dal web


Sono certa che ne avete abbastanza di questo argormento, lo so.

Ma è una mia debolezza.

Odore, calore, tatto, ossitocina, bisogno reciproco,
nutrizione, battito cardiaco:

è come se il concetto di Amore e di legame inciampasse su queste parole.

Abbracciamolo subito Donne, c’è fame di Amore e di Natura nel mondo!

Alla prossima short Review,

Marie C.

https://www.who.int/elena/titles/early_breastfeeding/en/

Rispondi