I principi generali del trasferimento della donna in travaglio secondo le Nice Intrapartum care.

Foto dal web

Breve cenno sui principi di trasferimento della donna in travaglio spesso trattato nei precedenti post.

Per ‘trasferimento’ di assistenza si intende quello della donna dalla midwifery-led-care all’obstetric-led-care (la definizione dei diversi birth sitting è stata già discussa nella nota in fondo a questo articolo).

Esso interessa lo spostamento della donna da un luogo ad un altro oppure   nella stessa ‘struttura’. Per esempio, le donne che hanno ricevuto l’assistenza in una midwifery led care presso un’obstetric unit vengono trasferite qui senza ‘muoversi’.

I principi di trasferimento di assistenza.

Primo fra tutti: basare ogni decisione ai risultati clinici e discutere le opzioni con la donna e il suo accompagnatore..

Se è contemplato il trasferimento:

  1. discutere con loro le ragioni e il tempo necessario per lo spostamento;
  2. affrontare ogni preoccupazione e ansia;
  3. garantire che i suoi desideri siano rispettati e il consenso informato ottenuto

Nell’organizzazione dell’assistenza al trasferimento, l’ostetrica che sta assistendo il travaglio dovrebbe contattare il servizio di ambulanza e l’ostetrica coordinatricedel luogo dove verrà trasferita. Quest’ultima allerterà le figure professionali pertinenti quali ginecologi, anestesisti e neonatologi.

Nel trasferimento della donna da un luogo ad un altro garantire i seguenti punti:
  1. prima del trasferimento che sia vestita eavvolta in a una coperta o altro
  2. farla sentire a proprio agio;
  3. lo staff dell’ambulanza o altro personale coinvolto devono essere consapevoli che alcune posizioni potrebbero essere scomode per la donna perchè in travaglio, cosi andrebbe incoraggiata a scegliere quale posizione adottare, secondo i protocolli del servizio ambulanza;
  4.  l’ostetrica che l’ha assistita sino a questo punto dovrebbe viaggiare con lei ed effettuare la ‘consegna’ dell’assistenza della donna;
  5. l’organizzazione sopra deve permettere che il compagno viaggi con lei nell’ambulanza.
Infine

Se la donna è trasferita in un’unità ostetrica dopo il parto garantire che il suo bambino vada con lei.

Per questo articolo è tutto, alla prossima review.

Marie C.

NOTA AL LETTORE: Non si tratta di una vera e ufficiale traduzione bensì di una rielaborazione personale dei principi del contenuto.

Sitografia

https://www.nice.org.uk/guidance/cg190/resources/intrapartum-care-for-healthy-women-and-babies-35109866447557

Rispondi